Missey, Mavie, LaHasna: tre ragazze ed un’unica passione

Sono giovani, determinate e soprattutto ricche di talento, ognuna nel suo genere. Stiamo parlando di Missey, Mavie e LaHasna, tre artiste che abbiamo avuto il piacere di intervistare prima delle loro esibizioni all’Oltre Festival di Bologna. Andiamo a conoscerle meglio attraverso le loro stesse parole. 

Missey è una cantante e autrice di origini pugliesi che vive a Milano. Nel 2019 avvia il suo percorso artistico con la pubblicazione dei suo primi singoli “Kaldera” e “Oslo” che anticipano l’uscita dell’EP d’esordio “Prima parte del celeste” (2020). Dopo il suo primo lavoro discografico, inizia il suo viaggio sperimentale ed eclettico nel contemopary RnB e parallelamente immagina nuove direzioni sonore per nuovi progetti come ad esempio “FUTURO3”, secondo disco dell’artista uscito nel gennaio 2022. A proposito di cambiamenti artistici, ci ha raccontato: “Quello che c’è stato in mezzo tra “Prima parte del celeste” e “FUTURO3” è stato anche la pandemia, quindi la risposta è stato ad un certo punto cercare dentro di me qualcosa che mi soddisfacesse a pieno e mi permettesse di anche buttare effettivamente fuori qualcosa che da negativo potesse diventare positivo per chi avrebbe ascoltato. Quindi quello che ho cercato di cambiare è stato proprio mettermi a nudo in un lavoro”.

Mavie mette assieme rime, beat elettronici e sale sul palco sia come rapper che beatboxer da quando ha 13 anni. La sua conoscenza musicale la porta ad autoprodurre anche alcuni brani come “Camaleonte” pubblicato nel 2020. Originaria di Ancona, si trasferirsce a Milano e firma con l’etichetta discografica Thaurus, ma nelle Marche ha lasciato il cuore, come lei stessa dichiara: “mi sono ritrovata a Milano, ma la mia vita ad Ancona era totalmente diversa, però mi manca tanto e allo stesso tempo l’ho apprezzata molto di più”.

Il brano manifesto della sua musica è “Le Luci” (2021), prodotto da Davide Ice, in cui Mavie mischia l’elettronica al linguaggio poetico del rap e le melodie del nuovo street pop, spingendo cassa dritta e una scrittura figurativa oltre che fortemente introspettiva. Il suo percorso musicale è in continua evoluzione da anni, Mavie è sempre lì con la voglia di parlare di sé e delle emozioni che altrimenti non verrebbero fuori. Ha un obiettivo ed è determinata a raggiungerlo, come racconta bene nel suo ultimo singolo “Forte” (2022). Le abbiamo chiesto quali potrebbero essere i suoi progetti futuri, lei ci ha risposto che “mi son presa l’estate di ragionamento, nel senso che mi sentivo un vaso un po’ vuoto e se non mi sento io in primis a poter donare qualcosa a qualcuno, non riceverai mai nulla. Quindi mi prendo l’estate, poi dopo un anno a Milano, mi sento proprio di dover recuperare me stessa, di ricaricare le pile e capire dove voglio andare. E gestire a settembre con molta tranquillità, perché la musica deve venire da te”.

LaHasna è una cantante e performer di Milano di origini marocchine che ha vissuto per anni a Londra. Il suo percorso nel mondo della musica ha inizio all’età di 13 anni, difatti durante l’adolescenza partecipa a vari concorsi musicali, nel mentre studia canto. Si trasferisce a Londra per ampliare i propri orizzonti musicali e proprio qui sviluppa interesse e passione per la produzione e la composizione. In questi anni pubblica il suo primo EP con canzoni in lingua inglese in cui racconta in prima persona della sua esperienza di vita: “sono andata via dall’Italia con la convinzione e la voglia di fare qualcosa di diverso. Volevo cantare in inglese perché tutti lo facevano in quel periodo e per la R&B soul era imprescindibile, e quindi ho detto “ok proviamo” e sono andata in Inghilterra”.

Nel 2019 esce il suo singolo “Chiamami” che precede l’uscita del disco “Il Nuovo RNB italiano” (2020). Con questo ultimo lavoro riesce a riscuotere un ottimo successo tra il pubblico e gli addetti ai lavori che le garantiscono il posizionamento in alcune delle migliori playlist di Spotify. Le abbiamo chiesto cosa ne pensasse della scena RNB italiana al momento, lei ci ha detto che “penso che ci sia una voglia di farsi riconoscere nel genere che propongo, voglia di esprimersi. Voglio aggiungere una cosa però, è più la sonorità dell’RnB che il vero RnB in sé”. Il suo ultimo lavoro discografico, GLOBAL RESET, risale al 2021, per quanto riguarda il futuro: “ho tanti progetti però allo stesso tempo è tutto imprevedibile. Non c’è niente di definito, se non in continua evoluzione e lascio fare al fato”.

Grazie a Vincio per la foto di Mavie

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp