Cemento Armato pres.: OCD + JON HEAD

27 Gen. – Cemento Armato pres.: OCD + JON HEAD
start 23:00 – till’ 06:00 am
_______________________________
LINE UP:
OCD (GEGEN / Noise Manifesto)
JON HEAD (Attitude Recordings)
Bootstrap (resident TANK)
________________________
🎫 prevendita > 7€ + DPP >https://link.dice.fm/y971f367d28f
🎟️in cassa > 10€ + Tessera AICS
_________________________
TESSERAMENTO AICS 2023-2024 OBBLIGATORIO ON LINE QUI: https://tanksc.it/
POSSIBILITA’ RITIRO, SOLO TESSERA, UN’ORA PRIMA DELL’INIZIO DELL’EVENTO.
_________________________
OCD significa trovare piacere nei ritmi moderni e gratificazione dalle emozioni travolgenti. La sua missione è creare al di fuori dello stato di sicurezza della rigidità, trasformare la paura del sovraccarico di informazioni in rabbia e bloccare l’ego.
OCD è la disciplina e l’ideologia del dolore, una battaglia contro l’ansia causata da un mondo senza significato.
Il disturbo ossessivo compulsivo vi porterà in uno stato onirico in cui tutto è fuori controllo e troppo veloce – una metafora della nostra epoca.
JON HEAD
Jon Head dj e producer napoletano con base a Milano. Appassionato di musica elettronica sin dalla giovane età, ascolta per la prima volta Dave Clarke al Cube Club di Napoli e scatta in lui un amore eterno per la musica techno old school. Acquista la sua prima console all’età di 18 anni e da lì inizia il suo percorso da dj, proponendo dj set in vinile nei piccoli club dell’underground napoletana.
Dopo un po’ di anni inizia il suo approccio con i primi software di produzione e sintetizzatori analogici che lo portano alla realizzazione del suo primo ep “Naples At Night” su “Attitude Recordings”.

Data

27 Gen 2024
Expired!

Ora

23:00

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: 27 Gen 2024
  • Ora: 17:00

Costo

8.14€
Tank - Serbatoio Culturale

Luogo

Tank - Serbatoio Culturale
Via Emilio Zago, 14 40128 Bologna, Emilia-Romagna

MANIFESTO TANKISTA U.L.V.+ 4C TANK è utopia possibile. Crediamo in uno spazio di esperienze, nel suo farsi corporeo ed emozionale; intendiamo la parola emozione nell’accezione latina di emovère, ex-movere, portare fuori, smuovere, in senso più lato: agitare. L’emozione per noi è una vibrazione che si propaga dall’interno dei confini del nostro spazio architettonico per raggiungere l’intera città fino alla periferia più estrema. Riteniamo necessario stabilire una connessione con l’alterità e vogliamo farlo attraverso il recupero della centralità dell’arte e della musica mediante la ricerca, costituendo la rete delle attività che il nostro spazio realizza. Vogliamo che emerga il significato politico dell’arte - dove politico viene inteso nel suo significato più antico di “polis”, città e, quindi, comunità di persone - e vogliamo che si realizzi per suo mezzo una attuazione di intenti e un dare/darsi che, partendo dalle singole ek-sistenze che ne fanno parte, si sviluppi fino ad abbracciare una comunità più ampia e in costante divenire. Consideriamo punto focale del progetto la costruzione di ecosistemi; dal greco ȏikos, “casa, ambiente” inteso come “posto da vivere” + “sistema”, inteso come “insieme di parti e unità separate e interdipendenti” le cui attività sono collegate per il raggiungimento di un obiettivo comune: uno spazio dove si riscopra una sensibilità che, pur unica nella sua percezione soggettiva, sia punto di contatto con il mondo tutto. Desideriamo, infine, che le esperienze sinestetiche siano incentivate e percepite con infinite possibili varianti attraverso gli stimoli visivi, uditivi, olfattivi e tattili. TANK è luogo che sostanzia il valore della cultura. TANK è volontà sociale visibile e tangibile, concreta e radicale. TANK è creatività necessaria alla vita. TANK è cambiamento. TANK crede nel potere salvifico intermediale. TANK crede nel risveglio delle coscienze.

Categoria