I BOTANICI + SUVARI

✨ COVO CLUB e TUBE MUSIC ITALY presentano:
🎸 in concerto:
I BOTANICI (ITA – alternative rock – Garrincha Dischi)
+ SUVARI (ITA – alt rock – Virgin / Universal)
🎫 Prevendite disponibili on-line su Dice: https://link.dice.fm/u5c9fa1393f7
I Botanici tornano al Covo Club per presentare il loro terzo, omonimo album, uscito per Garrincha Dischi / Sony Music lo scorso 8 dicembre. Definito dalla band il più sincero tra i loro lavori, come raccontato dalla band è un disco rappresentativo della loro evoluzione: “Il titolo del nostro terzo album è il nome di questa band. Abbiamo deciso di chiamarlo così perché ad oggi è il nostro disco più sincero, che sentiamo essere più rappresentativo di quello che siamo diventati in questi anni. Le tracce che lo compongono sono il risultato di un processo di sperimentazione e di evoluzione che ha condizionato il nostro stile di scrittura in modo naturale, dando spazio a una varietà sonora e testuale della quale siamo orgogliosi. Vi raccontiamo in qualche riga questo album.
Per la prima volta abbiamo partecipato in prima persona alla produzione in studio. Gli strumenti utilizzati sono al solito chitarre, basso e batteria e (anche se in minor parte) piano, ma in aggiunta sono presenti quasi ovunque sintetizzatori, da intendere per la maggiore come strumenti d’ambiente piuttosto che solisti. Il brano “Øens Have” contiene un solo di tromba (Giovanni Tamburini). La scelta è stata al solito quella del mantenere le chitarre come strumenti protagonisti. I tempi di lavorazione sono stati volutamente dilatati di modo da poter ragionare sempre a mente calma sullo stato della produzione; complice anche una certa quantità di perfezionismo in noi.
Ognuno di noi preso singolarmente ha qualcosa di suo da dire. La parte testuale dei brani nasce sempre in modo spontaneo da un singolo. Alle volte è la musica stessa ad ispirare, altre volte è il contrario. L’idea collettiva è di rispettare al massimo la narrazione di chi scrive, di modo da creare qualcosa di spontaneo ed autentico.
Essendo una band senza una sede comune la musica ha origine il più delle volte in una cameretta, da chi di noi è più ispirato ad un determinato istante. E’ dunque naturale che ogni brano rifletta lo stile compositivo di chi gli ha dato genesi (brani come “Grandina” e “Distratto” fanno certamente parte di questa categoria). Questa faccia del processo creativo è quella che più impatta sulla diversità stilistica di questo album. Ci sono poi brani che nascono in modo istintivo, quando siamo insieme a suonare (“Diverso/Uguale”, “Un posto bellissimo”). Il denominatore comune lo si trova poi in sala prove o in studio; in tal senso siamo tutti coinvolti in modo attivo nella composizione.
La somma di questi elementi culmina dunque in un lavoro che per noi ha una difficile identificazione in un singolo genere musicale ben definito. E’ tuttavia indubbia la presenza di influenze dal mondo del math e del post-rock, dal jazz, dal cantautorato e dall’emo, e alle volte anche dal progressive metal.
La creazione di questo album è una parte molto significativa delle nostre vite. Siamo convinti di essere riusciti a canalizzare molte delle nostre esperienze più importanti dentro i brani che adesso state per ascoltare. Siamo molto felici di condividerlo con voi”.
in apertura:
Suvari è il progetto solista di Luca De Santis, che scrive e arrangia ogni brano da solo con l’aiuto di un computer. Impossibilitato a suonare strumenti a causa di una forma rara di neuropatia che nel 2015 gli ha danneggiato i nervi motori, con Suvari si trasforma in una band intera e utilizza la musica come terapia, per allenare il corpo e per esorcizzare paure e pensieri, con l’idea di parlare attraverso ritornelli allegri.
Dopo il debutto autoprodotto Prove per un incendio del 2018, grazie ad alcuni amici che hanno supportato Luca dal vivo, Suvari ha portato la propria musica in giro per tutta Italia, facendo più di 50 concerti e chiudendo tutto con l’uscita dell’ep Di cosa hai paura? (NuFabric Records/2019).
Dopo una lunga pausa dall’ultima uscita, Luca scrive una serie di canzoni nuove e affida la lavorazione del disco e la produzione dei brani a Federico Dragogna dei Ministri. Un incontro che aiuta a definire lo stile di Buh!, il nuovo album in uscita il 19 gennaio 2024.
💶 PREZZI
prevendita: 8€ + ddp (+ 5€ tessera Hovoc 23/24)
alla porta: 8€ (+ 5€ tessera Hovoc 23/24)
aftershow: 5€ (+ 5€ tessera Hovoc 23/24)
🎫 Prevendite disponibili on-line su Dice: https://link.dice.fm/u5c9fa1393f7
⏱ ORARI
Apertura porte ore 22.00.
Chiusura ore 04.00.
I concerti finiranno entro le 00:15.
🎧 AFTERSHOW PARTY HARD with:
TBA
Tags:

Data

02 Feb 2024
Expired!

Ora

22:00

Ora locale

  • Fuso orario: America/New_York
  • Data: 02 Feb 2024
  • Ora: 16:00

Costo

8.00€
Covo Club

Luogo

Covo Club
viale Zagabria 1
Sito web
https://covoclub.it/bo/?fbclid=IwAR3JUuud1_K75UKBwXFvKwr2x_kMd5m5R4A6-4mxjvls97ieFzC-QPXfV60

Da oltre quarant’anni il Covo Club è uno spazio libero alle contaminazioni di chi lo frequenta. Musica, concerti, clubbing ed eventi culturali di ogni forma e tipo, in un avamposto culturale che ormai non ha eguali in Europa. Tra le mura del Casalone, in viale Zagabria 1, hanno mosso i loro primi passi band internazionali e italiane che nel tempo hanno dominato le classifiche: Franz Ferdinand, Cigarettes After Sex, Idles, Gossip, The XX, The Libertines, Stereolab, The Black Lips, Ash, !!!, Shame, Clap Your Hands Say Yeah, Black Lips... Ingresso riservato ai soci Hovoc, informazioni su https://covoclub.it/bo/tesseramento/

Categoria