Aperitivo con vista: i migliori posti dove mangiare e bere sui colli di Bologna

Con la fine dell’estate Bologna si risveglia dalla bonaccia di luglio e agosto. Le strade tornano d’improvviso a ripopolarsi e le osterie, i bar e i locali del centro tirano su le saracinesche per accogliere bolognesi, studenti e turisti tornati in città.

Se però siete tra quelli che preferiscono prolungare l’atmosfera estiva con lunghi aperitivi all’aperto circondati dalla natura, non preoccupatevi: i colli di Bologna offrono un’ampia varietà di locali in cui soddisfare il vostro desiderio. Ecco una selezione dei migliori luoghi dove fare aperitivo con vista sui colli bolognesi.

 

1. Fienile Fluò (via Paderno)

Un ristorante ricavato dalle antiche stalle, ma anche un agriturismo, un teatro e un cinema: questo il risultato della ristrutturazione di un vecchio fienile sui colli di Bologna.

Gran parte dei prodotti bio proposti arrivano direttamente dai campi attorno, mentre il vino è frutto dei vigneti dell’azienda di proprietà. Si può fare solo aperitivo così come cenare; qualunque sia la vostra scelta assicuratevi di non perdervi il momento del tramonto: da qui vi godrete uno dei più belli della città.

 

 

 

 

 

2. Ca’ Shin (via Cavaioni)

Un altro spazio polifunzionale frutto di un restauro a regola d’arte. Quello che un tempo era un rudere immerso nel Parco Cavaioni ospita oggi un ristorante, un negozio di prodotti bio e tante tante attività culturali orientate all’ecosostenibilità.

Se non volete fermarvi per cena, potete anche solo bere qualcosa davanti a una vista mozzafiato, magari davanti al rosso del tramonto.

 

 

3. La collina delle meraviglie (via di Sabbiuno)

Un’ampia selezione di vini e birre artigianali, cibo genuino, musica dal vivo e l’aria dei colli: questi sono gli elementi che rendono la Collina delle meraviglie una dei luoghi più interessanti dell’estate bolognese.
Si tratta di un luogo impegnato nella valorizzazione del territorio a 360 gradi, dove bellezza naturalistica e attività culturali vanno a braccetto. Senza dubbio da segnare in agenda per un aperitivo di fine estate.

 

 

 

 

 

 

4. Spaccio Belfiore (via dei Colli)

Da Spaccio Belfiore vige la filosofia del bio autentico e l’atmosfera è quella della campagna: vini e birre artigianali e prodotti rigorosamente provenienti dai campi circostanti vengono serviti in tavoli di legno circondati da trattori e campi di grano. Qui è assicurato un aperitivo originale nel cuore dei colli bolognesi per sentirsi in campagna a pochi chilometri dal centro.

 

 

5. Casa del Custode di Villa Ghigi (parco di Villa Ghigi)

La Casa del Custode, accanto a Villa Ghigi, compare già nelle carte settecentesche. Disabitata dagli anni ’90, l’abitazione vive di nuova vita da quando ha riaperto i battenti nel 2020. Da allora è possibile trovare ristoro in questo “rifugio” atipico, situato nel cuore di uno dei parchi più belli di Bologna.

La cucina è strettamente legata al territorio con piatti a base di prodotti degli orti del parco e bevande ricavate dai frutti degli alberi, da gustare nel contesto bucolico del parco.

 

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Potrebbero interessarti

I Portici di Bologna

Il centro di Bologna ha una magia molto particolare, che prende il nome di passeggio. Non trovate larghi viali con semafori aggressivi, né gente che si affretta guardando l’orologio. Tutt’altro:

Leggi Tutto.

Le Due Torri

Sono il simbolo di Bologna per eccellenza. Svettanti, rosse di un rosso unico, situate lungo la via Emilia e, diciamolo, entrambe alquanto storte. Dominano imperiose il viavai del centro, si

Leggi Tutto.