Mercati contadini a Bologna: la spesa a Km0 giorno per giorno

Prodotti biologici, filiera corta e contatto umano: se queste sono le parole chiave della vostra spesa, sarete lieti di sapere, se non ne siete già a conoscenza, che a Bologna è possibile acquistare il proprio cibo dai mercati contadini in ogni giorno della settimana.


Si tratta di mercati all’aperto dove i produttori locali vendono direttamente i loro prodotti, seguendo principi di ecosostenibilità e stagionalità, in un contesto in cui la spesa si trasforma in un momento di socialità e condivisione. Frutta e verdura di stagione ma non solo: l’offerta spazia tra formaggi e latticini, farine e cereali, prodotti da forno, uova, carni, salumi, olio e aceto, birre artigianali e vino, pasta fresca e perfino piante e fiori.
Allora lista della spesa alla mano e borsetta per gli acquisti pronta all’uso: vediamo insieme i mercati contadini di Bologna giorno per giorno, da quelli del centro a quelli periferici.

Lunedì: Piazza Verdi

La settimana inizia con l’appuntamento in Piazza Verdi, dove troverete le bancarelle del mercato biologico di Campi Aperti.
Si tratta di un mercato estremamente centrale nel cuore del quartiere universitario. E dopo la spesa, perché non fermarsi in uno dei molti baretti locali per una birra o una chiacchiera in compagnia?

Campi aperti si trova anche nel quartiere Porto-Saragozza (Centro sociale Tolmino), mentre – solo in estate- davanti al Lumière troverete il Mercato Ritrovato, che alle bancarelle di vendita affianca stand gastronomici.

Martedì: Il Vag61

Il martedì vi proponiamo il mercato al Vag61 di Campi Aperti. Mercato fornitissimo e atmosfera rilassata e amichevole sono le garanzie di questo mercato in cui troverete davvero di tutto.

Sempre martedì troverete le bancarelle di Campagna Amica in due diversi punti della città: Via Po (quartiere Savena) e Piazzetta Don Antonio Gavinelli (quartiere Bolognina).

In Piazza Giovanni Spadolini (quartiere San Donato) troverete invece Produttori Agricoli Emiliani.

Mercoledì : Vicolo Bolognetti 2

L’ex convento di San Leonardo in Vicolo Bolognetti ospita oggi il collettivo Làbas ed è qui che troverete i produttori di Campi Aperti.

Produttori Agricoli Emiliani si trova invece a Saragozza (parcheggio delle scuole Carracci) e a Borgo Panigale (Parcheggio Centrale Termica di via Segantini), mentre Slow Food è nel quartiere Lame in Piazza Da Verrazzano.

Giovedì : Xm 24

Il giovedì è il turno degli spazi dell’ex-Xm24 a ospitare il mercato di Campi Aperti. Anche qui, sono la socialità e la condivisione a fare da contorno alla spesa tra le bancarelle fornitissime del mercato.

In zona Corticella, in via Bentini troverete invece il Mercato Ex-Dazio di Slow Food mentre Campagna Amica si sposta nel quartiere Porto in Via San Giuseppe.

Venerdì: Piazza XX Settembre

L’ appuntamento in centro del venerdì mattina è in Piazza XX Settembre, da sempre zona di mercato, con Campagna Amica.

Uscendo dal centro c’è l’imbarazzo della scelta: Produttori Agricoli Emiliani è in Via Achille Grandi (quartiere Reno); Slow Food si trova all’interno del chiostro antico del Policlinico Sant’Orsola mentre Campi Aperti è il Via Pieve di Cadore (quartiere Savena).

Piazza XX settembre

Sabato: “Mercato ritrovato” in Piazzetta Pasolini

Il sabato mattina la spesa bio in centro si può fare al Mercato Ritrovato davanti al Cinema Lumière, oppure al Pratello in Piazzetta di San Rocco dalle bancarelle di Campi Aperti.

In Via Cristoforo Colombo 7, al centro commerciale Navile sono le bancarelle di Campagna Amica a garantirvi la spesa a km0 mentre nel quartiere Santo Stefano troverete i Produttori Agricoli Emiliani in Largo Cardinale Lercaro.

Domenica: Piazza Carducci e Piazza Aldrovandi

Anche domenica sono due le scelte per la vostra spesa in centro: in Piazza Aldrovandi troverete i Produttori Agricoli Emiliani, mentre nel suggestivo contesto di Piazza Carducci ci sono le bancarelle di Slow Food.

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Potrebbero interessarti

I Portici di Bologna

Il centro di Bologna ha una magia molto particolare, che prende il nome di passeggio. Non trovate larghi viali con semafori aggressivi, né gente che si affretta guardando l’orologio. Tutt’altro:

Leggi Tutto.

Le mura di Bologna

Avete presente quando un sasso cade in acqua, e intorno al punto in cui è caduto si generano onde circolari concentriche? Ecco, la storia di Bologna è piuttosto simile: intorno

Leggi Tutto.