Sam Smith live: un inno alla libertà e all’amare se stessi

Live report del concerto all’Unipol Arena

Sam Smith sabato sera ha regalato al pubblico accorso all’Unipol Arena un grande show, sbalordendo non solo grazie alla sua voce incredibile, ma anche grazie ai suoi costumi di scena, alla sua band e i suoi ballerini. Uno show di tanti sorrisi e poche parole – complice la barriera linguistica – ma la pop star londinese non dimentica quello che accade pochi km fuori dal palazzetto. Ci ha tenuto a dedicare un pensiero e l’intero spettacolo alle vittime della tragedia climatica che si è abbattuta sulla nostra regione, promettendo qualche ora di svago e spensieratezza:

“Sappiamo che gli ultimi giorni sono stati terribili per voi. E vogliamo dirvi che questa sera questo show e questa esperienza riguardano l’amore e la gentilezza e voglio assicurarmi di riuscire a trasmettervi un po’ di gioia in questi giorni davvero difficili.”

Il Gloria The Tour ha come protagonista un artista perfettamente calato nel suo personaggio, entusiasta, sicuro di sé che ha portato in scena un live curato nei minimi dettagli. Uno spettacolo gioioso, sfrenato e soprattutto inno alla libertà e all’amare e accettare se stessi, nonostante tutto. Sicurezza che lo stesso Sam Smith ha guadagnato nel tempo, infatti l’intero show è anche una rivalsa della fatica di un percorso di accettazione lungo e sicuramente non semplice. 

Non un palco imponente come ci si aspetterebbe da una grande pop star internazionale. Una scenografia all’apparenza semplice, ma celebrativa. Le luci si spengono, la musica inizia e il velo cade fino a scoprire il profilo steso di un corpo di Donna, il corpo della dea Afrodite. Tutto lo show si svolge attorno a lei. 

UNO SHOW IN TRE ATTI

ATTO I: LOVE

Sulle note di Stay With Me, Sam Smith emerge su una piattaforma dal corpo dorato adagiato sul palco. L’artista canta l’amore, tutti i tipi di amore: amore romantico, amore per se stessi e per gli altri. In ogni caso celebra l’unione e la condivisione. Un momento intimo e teatrale, con grandi successi che vanno da Like I Can a How Do You Sleep At Night.

ATTO II: BEAUTY

Cambio d’abito, cambio luci, cambio atto. Si passa ad omaggiare la bellezza. Il secondo atto inizia in modo romantico, Sam Smith esegue una cover mozzafiato di Kissing You in un palazzetto tutto illuminato dalle luci dei telefoni del pubblico che creano un’atmosfera magica all’interno dell’Unipol Arena.

Se il primo atto esplorava una dimensione emotiva e intima, il secondo indaga la  libertà che, grazie anche al ritmo della hit tratta dall’ultimo atto I’m Not Here To Make Friends e la cover di I Feel Love di Donna Summer – con luci strobo arcobaleno che hanno decorato il buio e Sam che si spoglia letteralmente – conduce lo spettacolo verso il terzo atto. 

ATTO III: SEX

Il terzo e ultimo atto inizia con una dichiarazione: SONO UNA DEA. Smith emerge sul palco nei panni di Gloria, che assomiglia un po’ ad una Madonna: un velo bianco che lascia intravedere la sua figura al di sotto, una grande corona dorata sul capo. Ma l’immagine di santa dura ben poco, per passare a quella di peccatrice: le vesti candide cadono per rivelare degli abiti succinti dai colori neri e rossi. La rivelazione avviene sulle note di Human Nature di Madonna: “express yourself don’t repress yourself” esprimiti, non reprimerti. 

Questo è l’ultimo manifesto di tutto lo spettacolo artistico di Sam Smith: nonostante il cambiamento d’immagine, il cantante è orgoglioso di quello che è diventato e lo rivendica. Ed è importante celebrare tanto l’amore spirituale, quanto quello carnale. La spettacolarizzazione del sesso dell’ultimo atto conduce all’ultima canzone in scaletta, probabilmente la più attesa: Unholy

 

Tra fuoco e fiamme si conclude lo spettacolo bolognese di Sam Smith che non si potrebbe che descrivere se non come glorioso.

 

Scaletta del concerto:

  1. Stay With Me
  2. I’m Not The Only One
  3. Like I Can
  4. Too Good At Goodbyes
  5. To Die For
  6. Perfect
  7. Diamonds
  8. How Do You Sleep?
  9. Dancing With a Stranger
  10. Kissing You (Des’ree cover)
  11. Lay Me Down
  12. Love Goes
  13. Gimme
  14. Lose You
  15. Promises
  16. I’m Not Here To Make Friends
  17. Latch
  18. I Feel Love (Donna Summer cover)
  19. Gloria
  20. Human Nature (Madonna cover)
  21. Unholy
Guarda il video report del concerto qui.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Pinterest
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

continua

Potrebbero interessarti

Express Festival 2024

Torna anche quest’anno Express, la rassegna di concerti dedicata al meglio della musica nazionale ed internazionale curata dal Locomotiv Club di Bologna, con il sostegno